HUMAN INSTALLATION – BEHIND THE EYES OF THE COLOR II


Human Installation
è la seconda parte di un progetto, Behind the eyes of the color, che le due artiste, Emanuela Serini e Chiara Serini, portano avanti all’interno del collettivo Synesthesia Art Lab.

Questo lavoro nasce dall’esigenza di comunicare attraverso il corpo sentito e vissuto come territorio visuale. L’atto performativo ne riscopre il rapporto con la materia pittorica.

Il corpo, quasi senza volto, perché l’identità di un volto è secondaria, è il canale di espressione più forte che abbiamo e che spesso non riusciamo ad interpretare.

La performance messa in atto dalle due artiste ricerca, attraverso la liberazione dell’io, del proprio sentire, le risposte a domande recondite.

Mentre nella prima parte l’atto performativo si lega al movimento ed alla musica, questa seconda fase del progetto è un’installazione umana, una sintesi dei mezzi espressivi delle artiste, in cui il corpo si unisce integralmente all’opera, come immagine e materia di essa. Ed il pubblico, coinvolto anche qui nell’azione, appartiene all’opera generandola.

Infine la ricerca mira a scoprire il rapporto del corpo con i colori, identificati con la fisicità della carne ed attribuiti ad una parte del corpo.

Il pubblico è infatti chiamato ad agire sul corpo delle artiste, come tele viventi, attraverso il colore e la propria spinta creativa e vitale.

E’ l’arte la protagonista dell’azione, l’arte e la sua materia.

Antonella Lauria 

HumanInstallation